domenica 30 dicembre 2018

IL SILENZIO DELL'INCHIOSTRO il libro d'artista nell'arte visiva contemporanea

PAUSA III 


Il libro d’Artista
La mostra, a cura di Vincenzo Scozzarella storico dell’arte e direttore del Museo dell’Abbazia di Valvisciolo e Antonio Fontana curatore ed organizzatore di eventi culturali e d’arte contemporanea, è promossa dall’Amministrazione Comunale di Bassiano. Quale luogo più adatto a parlare di libri e di cultura, come sottolinea Vincenzo Scozzarella “Si tratta di un luogo ricco di storia e di tradizione – l’antico Palazzo Caetani – dove i moderni Libri d’Artista stabiliranno un dialogo tutto nuovo sia con gli antichi volumi conservati nel Museo, sia con la sua possente e suggestiva architettura, in qualche modo trasfigurandola”.



Tozzi, Mosena,  Scavizzi,  Capponi,  Niccacci, Fontana, Scozzarella, Losito




IL SILENZIO DELL'INCHIOSTRO
Il libro d'artista nell'arte visiva contemporanea a cura di Vincenzo Scozzarella e Antonio Fontana
Museo delle Scritture Aldo Manuzio
Palazzo Caetani
Comune di Bassiano Latina

dal 22 dicembre al 27 gennaio tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00. 


mercoledì 19 dicembre 2018

BIENNALE INTERNAZIONALE DELLA CALABRIA


PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI  
Museo Comunale Praia a Mare 



In provincia di Cosenza, Praia a Mare, comunemente chiamata Praia, anche scritta nella forma Praja; anticamente Plaga Sclavorum e Plagia in greco bizantino, conta quasi 7000 abitanti. Il territorio del comune è affacciato sulla costa del Mar Tirreno, non molto lontano dal confine con la Basilicata e con rilievi collinari e montuosi alle spalle, appartenenti alla catena costiera. Sorse originariamente come un piccolo, ma popoloso, villaggio di pescatori e contadini sulle spiagge strette tra il corso del fiume Noce, che a nord segna il confine con la Basilicata, ed il contrafforte roccioso oltre la pianura alluvionale del fiume Lao; Praia a Mare ha costituito per secoli la frazione marina del vicino comune di  Aieta. L’etimologia del nome è incerta: la località ha assunto nel tempo varie denominazioni; deriverebbe da Plaga Sclavorum, cioè Spiaggia degli Schiavoni, in ricordo dei traffici di merci e di uomini che caratterizzavano nell’antichità la costa tirrenica, oppure da Plaga Slavorum, e cioè Spiaggia degli Slavoni, per la presenza in loco di una colonia di slavi. Plaga a sua volta deriverebbe dal greco πλαγιά, plagia, cioè spiaggia. In tempi più recenti assume la denominazione di Praia d’Aieta, che, letteralmente, significa Spiaggia d’Aieta. La frazione marina del vicino comune montano diviene amministrativamente autonoma nel 1928, assumendo il nome definitivo di Praia a Mare. Con R.D. 29 marzo e con Decreto Prefettizio del 16 aprile 1928, viene, inoltre, decisa la soppressione per accorpamento al nuovo comune di Praia a Mare di altri due centri urbani, che fino ad allora avevano goduto di una plurisecolare autonomia: lo stesso comune di Aieta e il vicino comune di Tortora. Nel 18 luglio 1937 Aieta e Tortora riacquistano la propria autonomia. Tra gli anni sessanta e novanta la cittadina ha registrato un notevole sviluppo, grazie agli investimenti di alcuni noti gruppi industriali. Oggi Praia a Mare,   che ingloba anche l’Isola di Dino, vive di turismo. Attivo è il Museo Comunale Città di Praia a Mare, che ospita, in permanenza, opere donate da artisti italiani e stranieri. Da ricordare, ancora, tra gli altri, alcuni eventi: Praia World Festival, rassegna internazionale di musica etnica; Premio Sonora – una musica per il cinema, momento di incontro internazionale fra vari esponenti del panorama della musica da film; Praia a Mare con…, salotto culturale che ospita alcuni tra i maggiori filosofi, scrittori e personaggi del panorama culturale nazionale; Celebrazioni della Madonna della Grotta, molto sentite.
CATALOGO  2018
 Anna AGLIETTO, Letizia ARDILLO, Bruna ARGENTI, Arvedo ARVEDi, Gianpaolo ATZENI, Daniele BILOTTO, Doina BOTEZ, Etty BRUNI, Roberta BUTTINI, Francesco CALIA, Maria Pia CAMPAGNA, Antonella CAPPONI, Isabel CARAFI, Franco CARUSO, Alfredo CELLI, Natino CHIRICO, Giancarlo CICCOZZI, Alessandro CIGNETTI, Franco CIMINO, Martina CODISPOSTI, Liliana CONDEMI, Anna CONSIGLIO, Letterio CONSIGLIO, Angela CONSOLI, Primo CONTI, Maria Pia DAIDONE, Nicola DE LUCA, Anna DE RUVO, Rossano M. DI CICCIO MORRA, Roberto DI GIANPAOLO, Sandra DI MARCANTONIO, Anna DI MARIA, Gabriella DI TRANI, Maurizio DIANA, Cecilia DIONISI, Marcello DIOTALLEVI, Mimmo EMANUELE, Renzo EUSEBI, Piero FABRIS, Mssimigliano FERRAGINA, Vittorio FUMASI, Carmine GALIE’, Tonina GAROFALO, Marco GIACOBBE, Barbara GIACOPELLO, Filippo MARIA GIANFELICE, Fiorentina GIANNOTTA, Erminia GUARINO, Yazdani HASSAN, Anna KAPP, Mario LA CARRUBBA, Raffaele LA CAVA, Maria LA MURA, Mario LANZIONE, Marisa LELII, Lauro LESSIO, Daniela LOI, Federico LOSITO, Alessandro MAIO, Enzo MANISCALCO, Flavia MANNUCCI, Marco MANZO, Leopoldo MARCIANI, Renato MARINI, Venanzio MARRA, Salvatore MARSILLO, Giorgio Martino, Vincenzo MASCIA, Emidio MASTRANGIOLI, Alessandro MEDDI, Giuseppe MELE, Alessia MELUCCI, Marisa MOLA, Mauro MOLINARI, Lucio MONACO, Lina MORICI, Carmen NOVACO, Isabella MURIGIANI, Salvatore OPPIDO, Giuseppe PANARIELLO, Graziella PAOLINI PARLAGRECO, Roberta PAPPONETTI, Paolo PASOTTO, Giuseppe PASTORE, Salvatore PEPE, Giovanna PERILLO, Franco PIVETTI, Anna POERIO, Stefania PONTICELLI, Gustavo POZZO, Luciano PUZZO, Myrian RISOLA, Maria ROMEO, Antonio SALADINO, Tina SALETNICH, Vito SARDANO, Maurizio SCHACHTER CONTE, Nuccio SCHEPIS, Anna SECCIA, Eugenia SERAFINI, Renata SOLIMINI, Maria Simona SOMMARIO, Giuseppe SPINA, Giovanni Stella, STELMAN, Edoardo STRAMACCHIA, Renato TAGLIABUE, Roberto TIGELLI, Lorenzo TORNABUONI, Domenico TRIPODI, Elisabeth TRONHJEM, Francesco VARLOTTA, Victoria VILLAR, Paolo VITERBINI, Mario VITOLO, Antonio ZENADOCCHIO.

 
      
Biennale Internazionale della Calabria citra 2018
Da sabato 27 ottobre ore 17.30 a sabato 1° dicembre
Palazzo delle esposizioni Museo Comunale Praia a Mare –  CS
Curatori_Giorgio Di Genova_Enzo Le Pera_Maurizio Vitiello



venerdì 3 agosto 2018

                                                                                                                                                            MAC

                                                                     Museo Arte Contemporanea

                                                                                    GUARCINO



Antonella Capponi, Senza Titolo, 2005, 30x30